Clean Power

  • p2.jpg
  • palma.jpg
  • neve dic 2010 170.jpg
  • crisalide.jpg
  • larvap.jpg
  • caserta maggio 2011 008.jpg

Malattie Palme

Diverse malattie colpiscono le palme. Qui sotto elencate le più diffuse.


Lotta al Punteruolo

Grazie all'utilizzo di diverse strategia di lotta, garantiamo la riuscita dell'intervento.


Difesa Alberature

Con moderni sistemi di difesa fitosanitaria, siamo in grado di controllare le più diffuse malattie degli alberi delle nostre città.

Punteruolo Rosso
PDF Stampa E-mail

PunteruoloPunteruolo

Il punteruolo rosso (Ryinchophorus Ferrugineus) è un coleottero curculionide  estremamente pericoloso per diverse specie di palma.

Originario dell'Asia meridionale è stato introdotto nel nostro paese tramite l’importazione di piante non certificate. In assenza di antagonisti naturali è riuscito ben presto a diffondersi sul nostro territorio e rappresenta oggi la prima causa di morte per molte specie di palme.

L’insetto vive all’interno dello stipite dove compie interamente il ciclo vitale che da noi può durare fino a 300 giorni. Le femmine depongono da 250\300 uova alla base delle giovani foglie o nelle cavità del tronco.

Ciclo

Il primo stadio larvale dura da 1 a 3 mesi, il secondo 20 giorni circa impupandosi in veri e propri bozzoli sericei di forma cilindrica e dal bozzolo si libera poi l’adulto.

E’ possibile trovare  i diversi stadi di sviluppo dell’insetto sulla stessa piante su cui rimane fino alla totale distruzione  facendone assumere il tipico aspetto ad ombrello.

 

 

 

Piante colpite

Le piante attaccate del parassita sono diverse: Areca catechu, Arecastrum romanzoffianum (Cham) Becc, Arenga pinnata, Borassus flabellifer, Brahea armata, Butia capitata, Calamus merillii, Caryota maxima, Caryota cumingii, Chamaerops humilis, Cocos nucifera, Corypha gebanga, Corypha elata, Elaeis guineensis, Howea forsteriana, Jubea chilensis, Livistona australis, Livistona decipiens, Metroxylon sagu, Oreodoxa regia, Phoenix canariensis, Phoenix dactylifera, Phoenix theophrasti, Phoenix sylvestris, Sabal umbraculifera, Trachycarpus fortunei e Washingtonia spp.


In italia colpisce prevalentemente due specie :Phoenix canariensis, Phoenix dactylifera, che tra l’altro sono le specie più diffuse di tutto il bacino del mediterraneo.

 

 

 

 

danno provocatoDanno provocato

L’insetto che giunge sulla pianta deposita le uova alla base delle foglie in piccole cavità. Dopo qualche giorno dalle uova nascono delle piccole larve che scavano gallerie anche molto profonde all’interno del peduncolo fogliare e dello stipite che riempiono di rosura mescolata ad essudati della pianta.

I danni non sono presto visibili ma si può scorgere la presenza del parassita da alcuni sintomi rilevabili da occhi esperti:

-          foglie più tenere con margine seghettato;

-          asimmetria della chioma;

-          le foglie attaccate assumono un colorazione più spenta;

-          presenza di foglie spezzate;

Successivamente il danno aumenta di intensità la pianta sembra capitozzata, la cima si piega la chioma si appiattisce con la forma tipica ad ombrello e l’esito finale è la morte della pianta

La presenza di numerose gallerie può minare la stabilità della palma fino a determinarne il crollo.